La Camera ha approvato il ddl Boschi sulle riforme istituzionali con 367 voti favorevoli, 194 contrari e 5 astenuti. Il testo torna al Senato e ad aprile ancora a Montecitorio dove sarà votato, senza possibilità di modifiche, nel suo complesso. A ottobre, come confermato dallo stesso premier Matteo Renzi, la riforma costituzionale sarà sottoposta a referendum confermativo.
Alla votazione hanno partecipato sette ministri ed una nutrita pattuglia di sottosegretari che gremivano i banchi del governo nell’Emiciclo. Dopo la proclamazione del risultato, i deputati di maggioranza hanno brevemente applaudito.