bottiNascondeva mezza tonnellata di micidiali fuochi proibiti nei locali di una scuola elementare. Se non fossero subito intervenuti i carabinieri, i bambini avrebbero corso rischi enormi a fare lezioni vicino ai locali dove un pregiudicato 31 enne di Modugno, all’insaputa della direzione scolastica, si era appena impossessato di un deposito della scuola per conservare temporaneamente il micidiale materiale da smerciare sotto le feste di Natale una vera e propria Santa Barbara.

Quasi mezza tonnellata di fuochi, definita dagli artificieri della Sezione Investigazioni Scientifiche dei carabinieri “appartenenti a categorie molto pericolose”. Si tratta di artifizi fabbricati artigianalmente di provenienza extra comunitaria, principalmente made in China. Durante la perquisizione a casa dell’uomo, è saltata fuori anche una pistola cal. 7,65 con matricola abrasa, sulla quale sono in corso accertamenti di laboratorio per verificare se ha sparato in occasione di qualche delitto.

Bombe aeree, batterie, razzi e petardi – ricordano i militari – possono essere venduti solo in esercizi commerciali autorizzati e a persone maggiorenni. Comunque qualsiasi gioco pirico non può essere venduto a minori di 14 anni. I carabinieri, oltre a sequestrare materiale che avrebbe fruttato al dettaglio quasi 200mila euro, hanno arrestato Giovanni Sgovio, 31 enne di Modugno, con precedenti penali.