La Corte di giustizia francese ha deciso di rinviare a giudizio il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, per l’accusa di negligenza nel caso dell’arbitrato che ha chiuso il lungo contenzioso tra l’uomo d’affari Bernard Tapie e la banca Credit Lyonnais per l’acquisizione di Adidas. Lo rivela il sito Internet Mediapart.
Il board del Fmi esprime fiducia sulla capacità del direttore generale Christine Lagarde di guidare il Fondo. Lo afferma il Fmi in una nota, sottolineando che è «inappropriato» commentare sul caso prima che la corte si esprima. «Il board continua a esprimere fiducia nella capacità del direttore generale di portare avanti i suoi compiti in modo efficace. Il board continuerà a essere aggiornato sul caso» afferma il Fmi, sottolineando che «non è appropriato commentare su un caso che è stato ed è ancora davanti alla giustizia».