obamaIl presidente americano Barack Obama si è detto “profondamente turbato, come molti americani, dal video della tragica uccisione del 17enne Laquan McDonald”, colpito da 16 pallottole esplose da un poliziotto bianco a Chicago. Di fronte ai tafferugli ai cortei, previsti anche per oggi, Obama ha ringraziato i cittadini “che stanno protestando pacificamente” e “la maggioranza dei poliziotti che proteggono le nostre comunità con onore”.
Non è la prima volta che Obama interviene in occasione dell’uccisione di un giovane afroamericano per mano di un poliziotto. Dopo la morte del 17enne Trayvon Martin, in Florida, disse: “Se avessi avuto un figlio assomiglierebbe a Trayvon”. Ma anche dopo l’uccisione di Michael Brown, a Ferguson, in Missouri, intervenne con parole commosse ma anche di monito nei confronti degli agenti di polizia troppo spesso coinvolti in episodi simili.
Il presidente, tramite il Dipartimento di giustizia, ha anche avviato diverse inchieste federali per verificare l’esistenza di violazioni dei diritti civili e di comportamenti razzisti in molti dipartimenti di polizia, ordinando anche una revisione delle procedure adottate dalle forze dell’ordine in tutto il Paese.