Abdelhamid Abaaoud, la mente delle stragi di Parigi, è stato formalmente identificato tra i terroristi uccisi nel raid a Saint-Denis: la conferma è arrivata dalla Procura di Parigi, dopo che la notizia era stata confermata da fonti dell’Intelligence americana al Washington Post, da “due fonti di alto livello dell’intelligence belga” al quotidiano fiammingo De Standaard e da fonti investigative qualificate a Repubblica.
“Abdelhamid Abaaoud è stato appena formalmente identificato, dopo il confronto delle impronte digitali, come una delle persone uccise durante il raid”. Abaaoud, quindi, è morto in un appartamento a pochissimi chilometri dall’aeroporto Charles de Gaulle e a 12 chilometri dalla Défense, che, secondo fonti dell’Intelligence americana, erano i prossimi obiettivi degli attentatori. Il corpo dell’islamista 28enne belga è stato ritrovato fra le macerie dell’appartamento “crivellato di colpi”.