parigi-blitz-saint-denis-770x455

Operazione dell’antiterrorismo francese a Saint Denis, quartiere nord della capitale.

Il bilancio del blitz è di almeno tre morti – fonti ufficiali danno come vittime una donna kamikaze che si è fatta esplodere e altri due terroristi barricati nell’appartamento circondato dalla polizia (inizialmente si parlava di un passante). iniziato alle 4,30 a Saint-Denis, sobborgo a nord di Parigi.
Almeno una persona è ancora barricata all’interno dell’appartamento assaltato, nel centro di Saint Denis.
Tre sarebbero i poliziotti feriti, tre gli arrestati. L’obiettivo del raid è la mente degli attentati il belga di origine marocchine Abdelhamid Abaaoud, di cui da anni si erano perse le tracce. L’operazione pare fosse terminata intorno alle 8, dopo 3 ore e mezza di confronto tra i vicoli del paesino dove ha sede lo Stade de France. Poi però la notizia di una persona ancora asserragliata. Secondo le prime ricostruzioni erano almeno 3 le persone barricate nell’appartamento.
La polizia francese ha confermato ufficialmente l’obiettivo del raid in corso, Abdelhamid Abaaoud e ha parlato di un blitz “molto complesso”. Non è chiaro però se il 28enne membro dell’Isis fosse una delle persone all’interno dell’appartamento. Intorno alle 07:30 si sono sentite nuove esplosioni e in zona è arrivato anche l’esercito.
Ma la tensione è altissima in tutto il mondo. Due voli dell’Air France decollati dagli Stati Uniti e diretti a Parigi sono stati dirottati su scali alternativi a causa di un allarme bomba: lo ha reso noto la compagnia di bandiera francese. I due apparecchi sono atterrati senza problemi: la decisione di ritornare a terra è stata adottata “come misura precauzionale” in seguito ad una telefonata anonima che avvisava della presenza di ordigni esplosivi, ha reso noto Air France, secondo la quale sono in corso i controlli delle autorità locali su passeggeri e bagagli
In Germania paura ad Hannover: dapprima per un allarme bomba era stato evacuato lo stadio dove era prevista la partita di calcio Germania-Olanda, poi annullata (FOTO). La cancelliera Angela Merkel era attesa in tribuna, ma non era ancora arrivata allo stadio, quando è stato annunciato lo sgombero. La minaccia è stata definita seria dalla polizia. Poi per un altro allarme bomba è stata chiusa la stazione centrale. All’interno di un Intercity è stato trovato un pacco sospetto che è stato fatto brillare dagli artificieri.
Contemporaneamente era stata evacuata una arena-concerto ma poi l’allarme è rientrato. Il concerto del gruppo “Figli di Mannheim” si è svolto come previsto. E’ saltato invece un concerto jazz, con il sassofonista Maceo Parker, che si stava per svolgere al Kulturzentrum Pavillion, in centro alle spalle della stazione ferroviaria, in un zona distante da quella dello stadio.
A Istanbul invece i tifosi turchi hanno sonoramente fischiato e contestato, anche scandendo ‘Allahu akbar’, il minuto di silenzio osservato in onore delle vittime degli attentati di Parigi prima della partita Turchia-Grecia.