naufrgioA poche ore dal vertice dei capi di Stato a Malta che esaminerà anche il dossier migranti prosegue l’emergenza e continuano i naufragi. Un’imbarcazione con a bordo un numero imprecisato di rifugiati che cercavano di raggiungere la Grecia è affondata al largo della Turchia occidentale. La barca è affondata al largo di Ayvacik, nella provincia di Canakkale, sul Mar Egeo. Ayvacik è il luogo da cui partono le barche che cercano di arrivare all’isola greca di Lesbo. Lo riporta l’agenzia ufficiale turca Anadolu, secondo la quale si contano 14 vittime, tra cui anche sette bambini, mentre invece sono 27 le persone messe in salvo, ma i sommozzatori della Guardia Costiera sono ancora all’opera, in cerca di possibili altri naufraghi. “È inutile piangere sulle migliaia di sorelle e fratelli morti nel Mediterraneo, se poi non si ha la forza di reagire”. È questo l’obiettivo che il governo italiano vuole raggiungere al vertice di oggi e domani a Malta tra 60 capi di Stato e di governo, come illustrato dal premier Matteo Renzi in un intervento in prima pagina su Avvenire. Renzi suggerisce di “intervenire nei Paesi d’origine perché si creino condizioni adatte alla crescita culturale, lavorativa ed economica di ogni potenziale migrante. Perché l’Europa rappresenti una scelta, e non un approdo obbligato.