BedoriUna disoccupata per guidare la Capitale morale e produttiva d’Italia. Questa la decisione scaturita dalla primarie dei grillini.
E’ loro, infatti,il primo candidato sindaco di Milano per le Comunali del 2016. Si tratta di una donna, come a Torino: Patrizia Bedori, 52 anni, consigliera di zona 3, disoccupata. Gli altri 7 sfidanti – che hanno partecipato alle primarie ‘fisiche’ di domenica pomeriggio, precedute lunedì sera da una auto-presentazione pubblica stile talent show – erano tutti uomini. Insieme, gli 8 attivisti M5S si sono presentati ai seggi, gomito a gomito, e hanno atteso l’esito dello spoglio.
“Sono orgogliosa di far parte di questa bellissima comunità, voglio cambiare questa città, la voce va data ai cittadini”, il primo commento dal palco. Subito dopo, la neo-candidata sindaco è stata però portata via quasi di corsa dall’auditorium di zona Lambrate, dove si sono tenute le consultazioni fra gli attivisti. Sono state infatti vietate espressamente le interviste.
Il dato politico è comunque che i 5 Stelle a Milano si sentono pronti ad allargare il consenso rispetto al 2011, quando presero il 3,4 per cento. “Allora l’obiettivo era di entrare in Consiglio comunale – ha detto l’unico consigliere uscente, Mattia Calise, a cui è toccato annunciare il nome del candidato sindaco – In questi anni abbiamo dimostrato di sapere portare trasparenza. Oggi corriamo per vincere. In questi mesi saremo messi alla prova”. Ora via ai tavoli tematici per il programma. Siamno tutti in fervida attesa di cosa riuscifranno a partorire.