l43-jorge-lorenzo-valentino-151022183440 mediumSpero che i tifosi di casa ci supporteranno e che faremo una buona gara. Quest’anno -sottolinea Lorenzo- ho vinto le tre gare che si sono svolte in Spagna e fare bene a Valencia sarebbe emozionante. Dopo quanto accaduto in Malesia, e salvo ribaltoni del Tas, la bilancia pende decisamente dalla parte di Lorenzo. “In Malesia abbiamo ottenuto un buon risultato e recuperato altri punti in campionato, siamo arrivati a giocarci il titolo all’ultima gara dopo una stagione molto intensa e difficile” ha dichiarato il pilota maiorchino. “Spero di poter fare una gara normale per lottare ad armi pari con Lorenzo”, cosi si è espresso invece Valentino Rossi tramite un comunicato stampa della Yamaha. Il ‘Dottore’ è ancora in attesa di conoscere il verdetto del Tas di Losanna, cui ha presentato ricorso contro la sanzione che gli è stata inflitta dopo l’incidente con Marc Marquez a Sepang, che gli ha tolto tre punti dalla patente della MotoGp e che lo costringerà a partire dall’ultimo posto in griglia a Valencia. L’obiettivo è quello di ridurre di almeno un punto la penalizzazione, in modo tale da non dover partire ultimo. Lo studio legale a cui si è affidato Rossi ha studiato ben 95 casi di penalità inflitte dalla Dorna (società che detiene i diritti del motomondiale) ai piloti nel corso dell’anno e solo in tre casi, Barbera, Hanika e Fenati, sono stati comminati i tre punti sulla patente, mentre nei 92 restanti solo uno.