Marino Grande

Mentre sui banchi del Campidoglio prosegue la farsa delle dimissioni-nondimissioni di Ignazio Marino, nella aule della procura si indaga sul Sindaco di Roma che si è messo contro il Pd nella cui fila era stato eletto.

E anche qui il “marziano” ha commesso qualche ingenua gaffe.
Intanto ha fatto annunciare dal suo legale some in via di archiviazione l’inchiesta giudiziaria sulla Onlus Imagine da lui fondata e viene subito smentito dalla procura di Roma. Quindi la stessa Procura conferma che sta conducendo un’altra inchiesta sempre nei confronti di Marino per la vicenda degli scontrini.
Il Sindaco è stato infatti iscritto al registro degli indagati della Procura di Roma per peculato e concorso in falso in atto pubblico nell’inchiesta sui giustificativi delle note spese saldate con la carta di credito del Comune. Vicenda per la quale, accompagnato dai suoi avvocati, si era spontaneamente presentato di fronte al procuratore aggiunto Francesco Caporale e al sostituto Roberto Felici il 19 ottobre.Una notizia di cui matrino era al corrente già da mercoledì scorso ma della quale ha taciuto fino all’ultimo.