Papa Francesco ha ufficializzato oggi la nomina di monsignor Corrado Lorefice a nuovo arcivescovo di Palermo e di Matteo Zuppi a Bologna. Lorefice prende il posto del cardinale Paolo Romeo, da due anni dimissionario per raggiunti limiti di età. L’alto prelato, 53 anni, era finora stato parroco della chiesa di San Pietro a Modica, in provincia di Ragusa, e vicario episcopale per la pastorale della diocesi di Noto. Le nomine di Lorefice e di monsignor Matteo Zuppi, nuovo arcivescovo di Bologna, vengono considerate di «grande discontinuità», e non soltanto per l’età dei due «giovani» prelati chiamati ad assumere la responsabilità di due diocesi importanti, rette finora da due personaggi di alto spessore del cattolicesimo: il cardinale Caffarra (77 anni) teologo nominato da Giovanni Paolo II a Bologna a dicembre 2003; e il cardinale Romeo (anche lui 77 anni) voluto da Benedetto XVI nel capoluogo siciliano nel dicembre 2006. Come profilo, Lorefice e Zuppi sono legati dalla radicata attenzione verso gli ultimi e dall’atteggiamento caro a Bergoglio di pastori di una «Chiesa povera e per i poveri». Monsignor Lorefice è considerato un prete di frontiera per il carattere della quotidiana azione parrocchiale che ha svolto nella cittadina del Ragusano.