Lo scandalo Dieselgate costa caro a Volkswagen anche in termini di vendite. Toyota torna infatti leader mondiale delle quattro ruote al traguardo dei primi nove mesi del 2015: il colosso di Nagoya ha reso noto di aver venduto 7,5 milioni di auto, scalzando così la casa tedesca, fermatasi a quota 7,43 milioni di vetture. Già a settembre, quindi, si sono fatti sentire gli effetti dello scandalo. GM, infine, si attesta a 7,2 milioni di unità.
Il dato delle vendite di Volkswagen nei primi nove mesi dell’anno non pare tuttavia drammatico. Ma è necessario considerare come lo scandalo delle emissioni truccate sia emerso solo intorno al 20 di settembre. Nonostante una contrazione sia, come visto, già stata registrata, sarà dalle rilevazioni di ottobre che si potrà realmente capire l’impatto del Dieselgate sulle vendite del colosso tedesco.