Il Nobel per la Letteratura 2015 è stato assegnato alla scrittrice e giornalista Svetlana Alexievich “per la sua opera polifonica, un monumento alla sofferenza e al coraggio del nostro tempo”. L’autrice di ‘Preghiera per Cernobyl’, pubblicata in Italia da e/o e da Bompiani, è nata il 31 maggio 1948.
Svetlana Aleksievich è una scrittrice e giornalista bielorussa. Nei suoi libri ha sviluppato un genere letterario da lei definito “romanzo di voci”, basato sulla raccolta di centinaia di testimonianze.
In Italia sono usciti Ragazzi di zinco (e/o 2003), sulla guerra afgana vista con gli occhi dei reduci sovietici e delle madri dei caduti; Incantati dalla morte (e/o 2005), sui suicidi causati dal crollo dell’Unione Sovietica; Preghiera per Cernobyl (e/o 2004), vincitore del Premio Sandro Onofri per il miglior reportage narrativo; Tempo di seconda mano. La vita in Russia dopo il crollo del comunismo (Bompiani, 2014).