RiminiFieraDoppio appuntamento dal 23 al 25 settembre a RiminiFiera con la 32esima edizione del Macfrut (che si è spostato da quest’anno da Cesena a Rimini) e con la prima di Flora Trade Show,  Salone del florovivaismo e del paesaggio.
Gli eventi saranno inaugurati dal Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina.
Per il Macfrut sarà un eizione dai grandi numeri. Infatti l’area fieristica è passata dai 20mila metri quadrati dell’edizione precedente ai 33mila nella Fiera di Rimini; la crescita degli espositori da 800 del 2014 agli oltre 1000 di quest’anno; una decisa svolta all’insegna dell’internazionalizzazione con un espositore su cinque che arriva oltreconfine in rappresentanza di 30 stati; la presenza di undici settori espositivi rappresentativi dell’intera filiera ortofrutticola (Sementi, Novità vegetali & Vivaismo, Tecnologie produttive, Produzione, Commercio & Distribuzione, Macchinari & Tecnologie, Materiali & Imballaggi, IV gamma, Frutta secca, Logistica, Servizi), ‘spalmati’ su 6 padiglioni (4 post-raccolta, 2 pre-raccolta).
Tutto questo in un settore cardine dell’economia italiana, con l’ortofrutta che rappresenta la seconda voce dell’export agroalimentare con 4,1 miliardi di euro (meglio fa solo il settore enologico).
Tante le novità di quella che è stata chiamata l’edizione 3.2 di Macfrut, che oltre ad ospitare convegni e workshop tecnici sui temi cardine del settore, da sempre pezzo forte della rassegna, quest’anno accoglie meeting e convention delle principali aziende espositrici chiamando a raccolta operatori da tutto il mondo (per citarne alcune di valenza internazionale: la neozelandese Zespri, l’americana Sun World, Coop Italia, Jingold, Terremerse, Apofruit, Besana -Vitroplant). Complessivamente nei tre giorni di fiera saranno ben 53 gli eventi, ospitati nelle 6 sale riunioni e 3 meeting area.
La Repubblica Dominicana sarà il Paese d’onore rappresentata dal Ministro dell’Agricoltura (Angel Estevez), accompagnato da una delegazione di 40 imprenditori alla ricerca delle tecnologie per migliorare le loro filiere tropicali.
Partner fondamentale nella scommessa dell’internazionalizzazione è UniCredit, forte della sua capillare presenza nei paesi del Centro Est Europa, concretizzatasi nei mesi scorsi in sei road show (Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Bulgaria, Turchia). L’istituto bancario, business partner di Macfrut, nei giorni della kermesse riminese realizzerà anche un convegno sul tema dell’export dell’ortofrutta alla conquista dei nuovi mercati, insieme ai massimi esperti del settore (giovedì 24 settembre).
Inoltre dopo il positivo esordio a Rimini Wellness, il format ‘Fruit veg fantasy show’ viene riproposto in versione trade. La grande hall di ingresso di Rimini Fiera ospiterà show cooking e lezioni di cucina con frutta e verdura di qualità, insieme ai grandi chef del Gambero Rosso, Giorgione e Hiro su tutti. Non mancheranno suggerimenti di food art con l’educational del Gambero Rosso. Tutto questo trasmesso in diretta su Gambero Channel sulla piattaforma Sky e su Gambero Rosso web.
E’ la prima volta che una fiera professionale dell’ortofrutta nel mondo presenta i prodotti nella loro valenza finale che è la tavola.

Novità di quest’anno il debutto di Flora Trade Show Il mondo del florovivaismo, insieme a quello ortofrutticolo, può ora contare sull’innovativa location del quartiere fieristico riminese e segnare sull’agenda l’appuntamento che unisce l’intera filiera del settore in un unico marketplace: quello dal 23 al 25 settembre con MacFrut, evento leader nel contesto dell’ortofrutta, e Flora Trade Show, Salone del florovivaismo e del paesaggio, occasione di incontro e di confronto per le imprese del settore.
Flora Trade Show mira a coinvolgere l’intera filiera, dalla produzione alla vendita, interessando gli operatori e gli stakeholder più importanti per il comparto.
Flora Trade Show si posiziona come evento di riferimento per l’autunno, fortemente orientato al business e alla formazione. Gli incontri con i buyer internazionali, programmati già prima dell’inizio della fiera, i seminari con crediti formativi, gli eventi per paesaggisti, fioristi, garden center, manutentori del verde, aiuteranno aziende ed operatori a sviluppare ed innovare le proprie attività.
Ma Flora Trade Show non sarà solo una vetrina di prodotti, rappresenterà infatti un vero e proprio momento di sintesi e di confronto per l’intero settore florovivaistico. Non a caso aprirà la fiera un convegno politico-istituzionale che vede coinvolti il Ministero delle Politiche Agricole, il Ministero dell’Ambiente, Confagricoltura, CIA, ANVE, CESPEVI.
Inoltre, a disposizione delle aziende di Flora Trade, la piattaforma online dei business meeting internazionali collaudata ormai da anni, utile a fissare appuntamenti con buyer internazionali, verificando anticipatamente la reale opportunità di business.