AmandaDopo le motivazioni della Cassazione che hanno distrutto l’impianto accusatorio alla base della prima condanna di Raffaele Sollecito e Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher i due ex imputati si preparano a chiedere i danni allo Stato italiano. E’ la stessa Amanda ad annunciarlo daglik Stai Uniti dove si dice felice di essere euscita da un incubo e di non vivere più in quel “Paese delle meraviglie” che è l’Italia.
Anche l’avvocato Giulia Bongiorno, che ha difeso l’altro grande imputato di questa storia, Raffaele Sollecito, dice che la sentenza «prende a bastonate gli errori compiuti nelle indagini» e che Sollecito «è stato processato per anni e tenuto in carcere da super-innocente». La richiesta di risarcimento per ingiusta detenzione, così, è dietro l’angolo. Lo stesso Sollecito lo fa capire: «Sono stato vittima di un clamoroso errore giudiziario che rimarrà nella storia. Grazie a tutto ciò, ho trascorso 4 anni in carcere più altri 4 di tormento per nulla». Già, ma adesso è davvero finita: «Qui piove a dirotto – scrive Amanda da Seattle – ma io amo la pioggia».