Pannella-Boninogrande
Clamorosa rottura tra Marco Pannella e Emma Bonino.
«Emma Bonino si comporta come se si fosse dimessa dal partito. Lei non opera più da militante ed esponente radicale. Ha contatti con tutto il mondo tranne che con noi. Tanto per lei il problema è di continuare a fare parte del jet set internazionale» ha detto Pannella in diretta radiofonica. «Con noi non parla. Adesso gira, va a destra, va a sinistra, va in Tunisia, ma mai un momento è venuta a discutere con noi. Che cazzo faccia lo sappiamo solo da qualche indiscrezione o dalla stampa».
Il vecchio leader radicale, durante la conversazione domenicale con Massimo Bordin, attacca la compagna di mille battaglie che a suo dire si comporta come se si fosse dimessa dal partito. Lei non opera più da militante ed esponente radicale.
Ma perchè questa improvvisa rottura? Le ragioni possono essere più di una e vanno, forse, lette nel modo stesso di essere di Pannella: un  padre padrone che ha semrpe divorato i propri figli fossero Rutelli o Capezzone.
Ora tocca a Emma, la radicale più in vita e più illustre. Così in vista e così illustre da avergli fatto ombra.
Questo lo stato dei fatti. I pretesti, poi, possono essere diversi. Come la storia di un libro di Matteo Angioli con Angiolo Bandinelli e Carlo Ripa di Meana la cui pubblicazionee, a detta di Pannella, sarebbe stata impedfita proprio dalla Bonino. «Emma disse chese fosse stato pubblicato il libro si sarebbe dimessa. Ha fatto pressioni per non farlo uscire».