Boston è fuori dalla corsa per la conquista dei Giochi Olimpici del 2024. Secondo indiscrezioni, i rapporti tesi fra la città e il Comitato Olimpico americano (Usoc) sono sfociati in una rottura. Al momento non sono chiare le prossime mosse degli Stati Uniti: per presentare una candidatura c’è tempo fino al 15 settembre, e l’Usoc potrebbe decidere di restare in corsa con un’altra città, molto probabilmente Los Angeles.
La candidatura di Boston non è decollata fin dall’inizio, con i cittadini scettici e la mancanza di un appoggio formale da parte di alcuni politici chiave, fra i quali il governatore Charlie Baker che non ha appoggiato l’iniziativa in attesa del rapporto della società di consulenza sull’impatto e sui costi.