Da nove giorni non si hanno notizie di tre giornalisti freelance spagnoli, Antonio Pampliega, José Manuel Lopez e Angel Sastre, da 12 giorni in Siria, e martedì l’Associazione della stampa (Fape) di Madrid ha lanciato l’allarme rapimento. Per ora non ci sono dati certi. Ma si sospetta siano nelle mani dell’Isis o di un’altra delle sigle del terrorismo jihadista attive ad Aleppo, nel nord della Siria, dove sono scomparsi. Il ministero degli Esteri di Madrid, hanno detto fonti diplomatiche, «è al corrente della situazione» e sta «lavorando» sul caso. Il riserbo in queste vicende, è d’obbligo. I primi canali in questo tipo di casi vengono aperti con la Turchia, spesso accusata di avere aiutato in Siria i gruppi jihadisti contro Bashar al Assad. «Non sappiamo se fossero insieme a fare il loro reportage ad Aleppo, dove altri tre giornalisti spagnoli sono stati rapiti un anno fa», ha detto Elsa Gonzales, il presidente di Fape.