E’ stato raggiunto a Vienna un accordo formale sul nucleare iraniano dopo aver superato gli ostacoli finali: l’accordo include un compromesso tra Washington e Teheran che permetterà agli ispettori Onu di chiedere di visitare anche i siti militari iraniani. L’intesa permetterebbe agli ispettori Aiea di insistere per visitare i siti militari iraniani. Lo ha detto un diplomatico all’Ap. L’accesso tuttavia non verrebbe però necessariamente garantito, e Teheran avrebbe il diritto di appellarsi ad un tavolo arbitrale composto dall’Iran e dalle potenze del ‘5+1’.
Grazie a questo accordo l’Iran non sarà in grado di sviluppare la bomba atomica: così il presidente Usa, Barack Obama, sull’accordo raggiunto a Vienna. “Se l’Iran violerà l’accordo tutte le sanzioni saranno ripristinate e ci saranno serie conseguenze”. “Sarebbe irresponsabile allontanarsi da questo accordo” con l’Iran. E’ l’appello al Congresso del presidente Usa Barack Obama che avverte: “Porrò il veto a qualsiasi legge che si opporrà all’attuazione” dell’intesa sul nucleare iraniano. “E’ possibile cambiare”: questo il messaggio che il presidente Usa rivolge direttamente al popolo iraniano commentando l’accordo di Vienna. “E’ possibile muoversi in una nuova direzione”.