AttentatoFranxia
Un attentato, forse di matrice islamica, scuote il sud-est della Francia: un uomo ha fatto irruzione in un impianto di gas industriale a Saint-Quentin-Fallavier, a  30 km da Lione, e ha aperto bombole di gas provocando un’esplosione. Poco dopo all’interno del complesso industriale è stato ritrovato un corpo decapitato vicino l’impianto. L’uomo avrebbe mostrato un drappo dello Stato Islamico. Il ministro dell’interno francese, Bernard Cazeneuve, si sta recando sul luogo dell’attentato.
Il bilancio al momento è di diversi feriti. Secondo una fonte vicina all’inchiesta, una automobile ha fatto irruzione nello stabilimento poco prima delle 10 effettuando un “rodeo” per colpire le bombole di gas presenti sul sito.

Intanto in Italia la Polizia di Sassari ha arrestato un cittadino Pakistano extracomunitario accusato di associazione con finalita’ di terrorismo e di aver partecipato, con ruolo esecutivo, all’organizzazione dell’attentato commesso il 28 ottobre del 2009 nel mercato di Peshawar.L’uomo è stato fermato al Leonardo da Vinci dopo essere arrivato da Islamabad; avrebbe ospitato prima a Roma, poi ad Olbia, un presunto kamikaze deputato a compiere un attentato nel territorio italiano.  L’operazione è stata condotta dagli agenti della Digos di Sassari in collaborazione con la Digos di Roma e la polizia di frontiera di Roma-Fiumicino rientra nel quadro della vasta operazione antiterrorismo del 24 aprile scorso, che ha visto l’esecuzione di 18 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di diversi cittadini pachistani ed afgani facenti parte di un’organizzazione criminale transnazionale che operava in buona parte del territorio nazionale anche per finanziare le principali organizzazioni terroristiche internazionali.