iRenzieMarinoIl premier, visto l’evolbvversi della vicenda Roma Capitale è preoccupato per la gestione del Giubileo. E sta pensando di affidarla al prefetto di Roma Franco Gabrielli. FFino a qualche giorno fa il prestigioso e importante ruolo era rivendicato con forza e senza alcuna apertura a soluzioni differenti da Ignazio Marino. Adesso è cambiato tutto e Matteo Renzi si prepara a scegliere un’altra persona affiancandola al primo cittadino nella gestione di un evento planetario. La scelta cadrà sul prefetto di Roma Franco Gabrielli.
Già ieri gli uffici di Palazzo Chigi avevano preparato il decreto della presidenza da varare nel pomeriggio descrivendo gli ambiti del commissariamento. Nel testo non si facevano nomi e quindi non si escludeva che potesse essere lo stesso sindaco a guidare la macchina giubilare. Si descriveva una figura di “raccordo operativo” legata all’appuntamento. Il decreto è saltato all’ultimo momento e con esso l’inserimento nel dl enti locali dei fondi per gestire il Giubileo.
Un piccolo giallo. Alcuni dicono che la norma non fosse perfetta, quindi da riscrivere. Altri immaginano un Marino furioso per questo primo concreto scollamento tra la sua posizione e la posizione del Partito democratico. Proprio mentre l’inchiesta travolge il Campidoglio. La verità è che il Pd sta provando a convincere il sindaco ad accettare un sostegno. “E’ nel suo interesse condividere le responsabilità”, spiegano a Largo del Nazareno.