Verdinierenzigrande

Ieri il governo è stato battuto al Senato, in commissione, sul parere di cotituzionalità per il decreto di rigorma della Scuola. Ha votato vcontro il sen. Mauro che nei giorni scosi è passato all’opposizione. Un segnale di debolezza per Renzi la cui maggioranza a Palazzo Madama è sempre più risicata.
Ma per il presidente del Consiglio è in arrivo il Pronto Soccorso di Denis Verdini e ei suoi fedelissimi.
Verdini è ormai ai ferri corti con Berlusconi. La scorsa notte si sono visti a  Palazzo Grazioli per fare il punto alla luce delle divisioni tra il leader di FI e il senatore azzurro rispetto alla linea da tenere nei confronti delle riforme, argomento che vede l’ex coordinatore azzurro favorevole a sostenere il premier. Berlusconi, invece, ritiene che Forza Italia non possa più sostenere il patto del Nazareno, dopo che Renzi è venuto meno alla parola data sul Quirinale. Per questo è probabile che Verdini possa dar vita a gruppi autonomi, almeno al Senato.
A Palazzo Madama sono in corso manovre di posizionamento e stando agli ultimi conti, l’ex coordinatore azzurro può contare su 13 senatori. Da Forza Italia dovrebbe andar via anche Riccardo Mazzoni mentre è in forse Riccardo Conti. A questi si dovrebbero aggiungere poi diversi esponenti del gruppo Gal.