MafiacapitaleGrande
Nuovo blitz dei carabinieri contro mafia capitale: dalle prime ore di questa mattina i carabinieri stanno eseguendo, nelle province di Roma, Rieti, Frosinone, L’Aquila, Catania ed Enna, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Roma, nei confronti di 44 indagati a vario titolo, per associazione di tipo mafioso, corruzione, turbativa d’asta, false fatturazioni, trasferimento fraudolento di valori e altri reati. Sono in corso perquisizioni a carico di altre 21 persone indagate per gli stessi reati.
I provvedimenti, che riguardano gli sviluppi delle indagini condotte dal Ros nei confronti del sodalizio mafioso che faceva capo a Massimo Carminati, hanno confermato l’esistenza di una struttura mafiosa operante nella capitale, cerniera tra ambiti criminali ed esponenti degli ambienti politici, amministrativi ed imprenditoriali locali.
Le indagini condotte nell’ambito dell’operazione ‘Mondo di mezzo 2’ hanno documentato, tra l’altro, “il ramificato sistema corruttivo finalizzato a favorire un cartello d’imprese, non solo riconducibili al sodalizio, interessato alla gestione dei centri di accoglienza e ai consistenti finanziamenti pubblici connessi ai flussi migratori”.
C’è anche Luca Gramazio del Pdl tra le 44 persone arrestate dai carabinieri. Le indagini, coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia della capitale, hanno, tra l’altro, consentito di documentare la partecipazione Gramazio “all’associazione mafiosa, in qualità di esponente della parte politica che interagiva, secondo uno schema tripartito, con la componente imprenditoriale e quella propriamente criminale”, spiegano gli investigatori.
Tra i 44 destinatari dei provvedimenti di custodia cautelare figurano i nomi di Mirko Coratti, ex presidente dell’Assemblea capitolina e quello di Daniele Ozzimo, ex assessore alla Casa del Campidoglio. Ai domiciliari invece sono finiti tra gli altri il consigliere comunale Giordano Tredicine e l’ex presidente del X municipio Andrea Tassone.
Ci sono poi Angelo Scozzafava, ex direttore del quinto dipartimento Promozione dei Servizi Sociali e della salute del Comune di Roma, e Franco Figurelli, della segreteria di Mirko Coratti.

Questo l’elenco completo dei destinatari della custodia cautelare in carcere: Massimo Carminati, Salvatore Buzzi, Carlo Maria Guarany, Claudio Caldarelli, Nadia Cerrito, Paolo Di Ninno, già detenuti; Claudio Bolla; Massimo Caprari; Mirko Coratti; Antonio Esposito; Francesco Ferrara; Emilio Gammuto; Luca Gramazio; Michele Nacamulli; Daniele Ozzimo; Angelo Scozzafava; Franco Figurelli; Pierpaolo Pedetti; Fabrizio Franco Testa. Sono 25 le persone finite ai domiciliari. Tra loro anche Daniele Pulcini.