totiezaia
Toscana, Marche, Puglia, Umbria e forse Campania al Pd, Liguria e Veneto al Centrodestra. Questo il risultato delle elzioni region ali che hanno interessato 7 amministrazioni.
Per cinque regioni la vittoria è sembrata netta già dalle prime proiezioni: in Toscana, Puglia e Marche fa il pieno di voti il centrosinistra. In Veneto il leghista Luca Zaia “doppia” Alessandra Moretti del Pd e lascia molto più indietro il fuoriuscito Flavio Tosi.
La sorpresa arriva però dalla Liguria dove il consigliere politico di Silvio Berlusconi, Giovanni Toti, è al 34,7%, seguito ad una certa distanza dalla Dem Raffaella Paita con la M5S Alice Salvatore terza e Luca Pastorino, candidato della sinistra, quarto. “Il cinico disegno di Cofferati, Civati, Pastorino si realizza compiutamente”, ha commentato la candidata del Pd Raffaella Paita.
In Umbria vittoria molto probabile per Catiuscia Marini (centrosinsitra) anche se nelle prime proiezioni sembrava che potesse aprirsi una chance per il candidato di centrodestra Claudio Ricci.
Altro risultato che si fa attendere è quello della Campania. Ma l’esito, a oltre metà dello scrutino, vede Vincenzo De Luca primo (ma tallonato da Stefano Caldoro), superando di fatto anche la “black list” stilata dalla presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi e ultimo pomo della discordia all’interno del Pd.
In Puglia la vittoria è scontata: sarà Michele Emiliano il nuovo governatore e tra i primi a salutarlo il presidente uscente Nichi Vendola: “Complimenti sinceri affettuosi Emiliano per una vittoria così netta, forte, e auguri calorosi di buon lavoro, un lavoro che sarà durissimo, di una complessità incredibile”.Qui il confronto tra le due anime del centrodestra ha visto prevalere Fitto su Berlusconi. Le liste che sostengono il candidato di Fi, Adriana Poli Bortone, arrivano attorno al 14%, mentre quelle a sostegno di Schittulli raccolgono oltre il 18%.
Netta l’affermazione della Lega Nord che ottiene un bfillante risultato in Toscana (oltre il 20% e secondo partito) e nelle Marche.