2015-05-13T192301Z 82477805 GF10000093753 RTRMADP 3 AFGHANISTAN-ATTACK-KABUL-kQh-U1050199792752ijH-700x394LaStampa.it
Almeno 14 persone sono morte nell’attacco di un commando armato a una foresteria frequentata da stranieri a Kabul. Tra le vittime c’è anche un italiano, come conferma la Farnesina. Tra i morti 9 stranieri tra i quali anche un americano e quattro indiani
I talebani afghani hanno rivendicato l’incursione e l’assedio alla Guest House Park Plaza, durato diverse ore e avvenuto mentre gli ospiti nell’hotel erano in giardino in attesa di un concerto di un noto cantante locale. Il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, in una email inviata ai media ha detto che il gruppo ha preso di mira il residence perché frequentato da stranieri, tra cui americani.
Secondo testimoni, gli uomini del commando, che sono stati uccisi dalla polizia prima che si facessero esplodere, andavano stanza per stanza in cerca degli stranieri. Al termine dell’assedio, durato sette ore, la polizia è riuscita a mettere in salvo le oltre 50 persone prese come ostaggio. Secondo Mujahid, l’azione è stata condotta da un unico attentatore armato di Kalashnikov, una cintura esplosiva e una pistola. Secondo il governo afghano, invece, sarebbero stati tre i miliziani coinvolti.  
«È stata una missione suicida di uno dei nostri combattenti: l’attacco è stato accuratamente pianificato contro una festa a cui partecipavano persone importanti, tra io quali americani», hanno fatto sapere i talebani in un comunicato. L’attacco, che ha causato anche diversi feriti, ha messo a ferro e fuoco una foresteria nel centro della capitale, in una zona dove si trovano anche un complesso delle Nazioni Unite, varie ambasciate e diverse foresterie.