Un turista italiano è finito in ospedale dopo essere stato aggredito a Berlino da tre sconosciuti, che sono riusciti poi a darsi alla fuga. Si tratta di un ragazzo di 23 anni attaccato per cause ancora ignote alla stazione metropolitana di Schlesisches Tor, una delle più frequentate, nel distretto etnico di Kreuzberg. Secondo quanto indicato dalla polizia, l’aggressione è avvenuta sabato mattina alle 07:40.
Gli aggressori erano tre giovani che hanno prima attaccato la vittima con dello spray urticante, poi, una volta a terra, lo hanno preso a calci alla testa. Uno dei tre lo avrebbe anche colpito a terra con un cartello pubblicitario. La scena è stata seguita da testimoni e quando un passante si è intromesso, i tre sono scappati. Il ragazzo è stato ricoverato con ferite gravi. Ha riportato una frattura del cranio all’attaccatura del collo e una ferita lacero contusa. Secondo quanto indicato da un portavoce della polizia, comunque, «non è in pericolo di vita». Sconosciuto finora il movente. Il portavoce, senza elementi in mano, avrebbe scartato la pista razzista: improbabile contro italiani a Berlino. Piuttosto, a quell’ora, ipotizza, sarà stato l’alcool in gioco: «avranno tirato avanti tutta la notte e magari tornavano ubriachi da un party, succede il fine settimana a Berlino».