sessoSesso e cibo: un legame sempre più stretto. Non solo per gli alimenti considerati, a torto o a ragione, afrodisiaci. Ma anche  altri cibi che aiutano ad elevare la carne e altri che invece spingono verso il basso qualsiasi istinto. I medici sostengono che un filo rosso lega amore, sesso e cibo, creando un legame che va ben oltre la chimica del corpo, anche se dalla chimica in qualche caso prende il suo avvio.

Ecco i 9 cibi nemici  del sesso
 
1) Caffè – Stimola i nervi ma non eccita la sfera sessuale. Perché vasocostrittore, fu definito da Gabriele d’Annunzio, la bevanda degli eunuchi.
 
2) Birra – In quanto prodotta con il luppolo, una pianta anafrodisiaca: raccolta in primavera veniva un tempo utilizzata per placare i bollori maschili.
 
3) Il pane bianco – Studi dimostrano che il piane bianco, così come gli altri carboidrati raffinati, può danneggiare desiderio e performance sessuale. Rilasciano energia troppo in fretta e in breve, quando il livello di zuccheri nel sangue si abbassa, il corpo subisce un contraccolpo che lo sfianca.
 
4) Lattuga – Ha la proprietà di aprire lo stomaco e stimolare l’appetito, ma non quello sessuale vista la capacità di conciliare il sonno. Contiene il lattucario, un blando ma efficace sedativo naturale.
 
5) Miele – Contiene il glucosio, in grado di fare spegnere al cervello l’orexina, molecola responsabile del ciclo sonno-veglia. L’importante è non eccedere. Un bel cucchiaio da tavola è perfetto per dormirci sopra.
 
6) Soia – Consumarne ogni giorno quantità eccessive aumenterebbe per gli uomini il rischio di sterilità. A dirlo è uno studio del dipartimento di Nutrizione della Harvard School of Public Health di Boston, pubblicato sulla rivista “Human Reproduction”, che ha verificato la minore concentrazione di spermatozoi negli abituali consumatori di soia.
 
7) Conserve di frutta – Secondo i ricercatori della British Dietetic Association, rilasciando zuccheri molto velocemente di va incontro a cali di energia. E la stanchezza è il peggior nemico del sesso. Inoltre, avere troppi zuccheri in circolo significa produrre meno testosterone (necessario per il desiderio sessuale) e troppo estrogeno (che aiuta ad accumulare chili in eccesso).
 
8) Zucchero – Secondo una ricerca condotta negli Stati Uniti e pubblicata dal Journal of Clinical Investigations, una dieta troppo ricca di fruttosio e glucosio, induce una produzione eccessiva di lipidi da parte del fegato con conseguente diminuzione dell’ormone sessuale SHBG (sex hormone binding globulin). Una beta-globulina prodotta dal fegato che controlla la quantità di estrogeno e testosterone. Più precisamente si tratta di una proteina in grado di legare a sé gli ormoni sessuali impedendone il rilascio nel sangue.
 
9) L’acqua tonica – È composta da acqua addizionata di anidride carbonica, zucchero e aromi naturali, tra cui prevale il chinino. Proprio il chinino, che conferisce all’acqua tonica il suo particolare aroma, sarebbe in grado di influenzare la libido sessuale: abbassando il livello di testosterone, riducendo la concentrazione e la motilità degli spermatozoi.