Choc a Calais, nel nord della Francia, per la morte della piccola Chloè, 9 anni, rapita davanti agli occhi della madre in un’area giochi e trovata morta poche ore dopo.
Il sospetto, subito fermato, è un polacco di 38 anni, Zbigniew H., condannato a 6 anni nel 2010 ed espulso dalla Francia dopo ripetuti furti e violenze. E’ sua la macchina nella quale Chloé è stata fatta salire a forza mentre era al parco con la mamma, Dorothée.