C’è l’ombra dell’eroina bianca sul decesso di due persone, trovate morte in strada la scorsa notte a Bologna. Il cadavere di un 48enne originario di Roma e domiciliato sotto le Due Torri è stato trovato nei giardini Fava. Vicino al corpo c’era una siringa. In vicolo Facchini giaceva uno spagnolo di 35 anni. Anche in questo caso pare che all’origine della morte ci sia stato l’abuso di sostanze stupefacenti, ma per accertarlo saranno fatte ulteriori verifiche. In entrambi i casi è intervenuta la polizia. “La strage continua, nonostante l’impegno delle forze dell’ordine e della Procura, e non cesserà fino a quando gli assuntori non capiranno che l’eroina bianca non è ‘buona’, come si dice in gergo, ma uccide”, ha detto il procuratore aggiunto Valter Giovannini.