rom-ignazio-marino-19Nelle ultime ore una violenta polemica ha accompagnato le dichiarazioni del leadewrdella Lega Matteo Salvini che ha denunciato i presunti “favori” di cui godono i rom rispetto ai cittadini italiani.
ma loro, i rom, che fanno per accreditarsi agli occhi della gente comune?
Easemplare in questto senso l’intervista del TG5 a due ragazzine di etnia rom.
A Mattino 5 hanno raccontato come si guadagnano da vivere: “Rubiamo sulla metropolitana e non ce ne vergogniamo. Perché mai dobbiamo vergognarci? Rubare è una cosa bella”. Le due ragazze vengono dalla Bosnia e abitano in un campo nomadi della Capitale. “Ci hanno insegnato a rubato sin da piccole e non ci fanno paura i poliziotti – ammettono – ci arrestano, ci mandano via ma noi torniamo sempre a rubare”. Poi spiegano: “I poliziotti ci hanno fermate tante volte: ci prendono, ci portano alla Questura, ci fanno le foto, ci prendono le impronte, ci fanno tutte ‘ste cazzate e poi ci rilasciano perché siamo minorenni”.
“E se poi la vecchietta rimane senza soldi?”, chiede la giornalista. “Non me ne frega, tanto dopo muore… sono cose della vita – replica, pronta, la ragazzina – non mi dispiace: sto bene io, mi prendo i soldi e sto a posto”. Per questo motivo alle due non passa nemmeno per l’anticamera del cervello di andare a scuola per poi cercare un lavoro. “Al lavoro in un mese faccio mille euro – spiega – adesso faccio mille euro in un giorno. Quindi sto meglio a rubare”.
Poi, prima di concludere l’intervista a Mattino 5, le due ragazzine spiegano cosa ci fanno con tutti quei soldi: “Andiamo a comprarci i vestiti coi nostri ragazzi, andiamo al cinema, andiamo a divertirci… compriamo un po’ di erba”.
Sono circa 180mila i rom e sinti presenti in Italia. Di questi 40mila vivono in condizioni di disagio abitativo, cioè nei cosiddetti “campi nomadi”, e in passato sono stati identificati come una “emergenza nazionale”.