E’ finito in un bagno di sangue fra raffiche di mitra e esplosioni, dopo otto ore di angoscia, in un blitz delle teste di cuoio turche, il sequestro al Palazzo di Giustizia di Istanbul del pm Mehmet Selim Kiraz preso in ostaggio da due ‘brigatisti’ del gruppo di estrema sinistra Dhkp-C, che chiedevano “giustizia” sulla morte di Berkin Elvan, il ragazzo simbolo delle grandi proteste di Gezi Park. Il magistrato, gravemente ferito nell’assalto della polizia, non ce l’ha fatta. E’ morto poco dopo in ospedale, nonostante un disperato tentativo dei chirurghi di salvarlo. Nell’assalto sono stati uccisi anche i due sequestratori. Testimoni hanno riferito di avere udito durante il blitz molti spari, raffiche di mitra, due forti esplosioni. Non si sa in quali condizioni il pm sequestrato ne sia uscito.