Ha strangolato la moglie di 86 anni e poi ha tentato di impiccarsi con la stessa corda. E’ accaduto questa sera a Torino, in un appartamento nel popolare quartiere Barriera di Milano. A dare l’allarme la badante della coppia. L’uomo, Luigi Musso, coetaneo della moglie, è stato trasportato in ospedale in gravi condizioni. Da tre anni, ogni giorno, l’uomo si prendeva cura della moglie “con amore e pazienza”, dicono i vicini di casa. Dopo una vita insieme, la donna aveva iniziato ad avere problemi di deambulazione, fino a non riuscire più a muoversi. Un impegno diventato sempre più pesante con il passare degli anni, anche a causa dell’età avanzata. Questa sera la decisione di farla finita, insieme, come avevano vissuto. Secondo la prima ricostruzione degli investigatori della Squadra mobile, l’uomo ha preso una corda e ha strangolato la moglie. Poi si è legato la stessa corda al collo e ha cercato di impiccarsi alla maniglia di una porta di casa. Anche lui, probabilmente, sarebbe morto se questa sera la badante, che abita il portone accanto, non avesse deciso di recarsi a far visita alla coppia.