Cresce l’export a febbraio di quest’anno. L’Istat diffonde i dati sul commercio estero extra Ue: hanno registrato un aumento del 4,5% rispetto a gennaio e del 7,1% rispetto a febbraio 2014. Le importazioni sono invece cresciute dell’1,1% su base mensile e diminuite del 4,1%. La crescita dell’export di febbraio su base annua, è determinata dai beni strumentali (+19,9%) e, in misura minore, dai prodotti intermedi (+4,6%). Le vendite di energia sono invece in forte calo (-23,9%). Al netto dei mezzi di navigazione marittima, l’incremento tendenziale dell’export è pari a +3,3%.  Il più contenuto incremento congiunturale dell’import, invece, è sostenuto dai beni strumentali (+9,5%), mentre energia (-1,6%) e prodotti intermedi (-0,4%) sono in debole riduzione. A febbraio 2015, sottolinea l’istituto, l’avanzo tra l’Italia e i paesi extra Ue è sto pari a 2.840 milioni di euro, in rialzo rispetto ai 1.338 milioni di febbraio 2014. L’Istat precisa poi che il surplus nell’interscambio di prodotti non energetici è pari a 5,0 miliardi rispetto ai 4,7 miliardi di febbraio 2014.