SarkoLePenL’Ump dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy, alleato con i centristi dell’Udi, ha raccolto il 29% dei voti alla tornata elettorale dipartimentale, diventando il primo partito francese. Un successo che frena l’avanzata dell’estrema destra del Front National di Marine Le Pen (25%), mentre i socialisti del presidente Hollande, sono terzi, con il 21,1%.
Al primo turno sono stati eletti 220 candidati della destra, 56 candidati della sinistra, 8 del Front National e 6 di altre formazioni politiche. L’astensione ha riguardato il 49,82% degli aventi diritto al voto.
“Un errore morale e politico”. Così il premier socialista francese Manuel Valls ha definito la posizione dell’Ump, che esorterà gli elettori a non votare né per il Front national di Marine Le Pen né per i socialisti nel caso di uno scontro diretto fra i due partiti al secondo turno delle elezioni in programma domenica prossima. “Mi rammarico per la posizione di Nicolas Sarkozy e dell’Ump – ha detto il primo ministro, intervistato dalla radio Rtl – E’ un errore morale e politico. Quando si è trattato di scegliere tra un candidato repubblicano ed il Fn, non si deve esitare. La sinistra non esita”. “Sono convinto che il 2015 sarà l’anno del ritorno alla crescita e dunque all’occupazione”.