youthleagueCALCIO Dopo la vittoria del Chelsea che ha battuto l’Atletico Madrid qualificandosi alla Final Four di Nyon, torna in campo la Uefa Youth League con altri due quarti di finale. Eliminata a sorpresa l’ultima reduce delle semifinali dell’edizione passata, il Benfica, battuto ai calci di rigore dallo Shakhtar Donetsk. Dopo l’1-1 dei tempi regolamentari con le reti di Joao Carvalho e Shtander, dal dischetto si impongono per 5-4 gli ucraini grazie alla parata decisiva del portiere Kudryk.
Impresa storica della Roma di Alberto De Rossi, che batte 2-1 al “Francioni” di Latina il fortissimo Manchester City di Patrick Vieira e vola alle Final Four di Youth League di Nyon di aprile, prima formazione italiana a riuscirci. Decisivi i gol nella ripresa dell’attaccante slovacco Vestenicky e del capitano Pellegrini con una prodezza che resterà a lungo negli occhi. Nonostante un avversario di caratura superiore e imbottito di talenti del calibro di Angelino, Ambrose, Pozo e Ntcham e la sfortuna che mette ko a fine primo tempo sia Sanabria che Di Livio, i giallorossi sfruttano le lacune difensive degli inglesi utilizzando in maniera letale l’arma del contropiede. 
Pellegrini e Di Mariano mettono i brividi a Gunn dopo due super parate in avvio di Marchegiani, poi nella ripresa la Roma raccoglie i frutti e prima passa col tap-in sotto misura di Vestenicky, poi, grazie alla doppia espulsione di Bryan e Byrne,raddoppia col destro da antologia di capitan Pellegrini. Nel finale, brividi col fallo in area di Capradossi su Angelino, il calcio di rigore trasformato da Ambrose e l’espulsione del centrale giallorosso. Ma, dopo 7′ di recupero, De Rossi e i suoi possono festeggiare una vittoria importantissima che li proietta all’atto conclusivo del torneo.

Benfica-Shakhtar 5-6 d.c.r (1-1)
42′ Joao Carvalho (B), Shtander (S)

ROMA-Manchester City 2-1 
62′ Vestenicky (R), 86′ Pellegrini (R), 91′ rig. Ambrose (M)