napoli-interCALCIO Dopo gli anticipi del sabato tra Sampdoria-Cagliari e Milan-Verona, la 26esima giornata di Serie A prosegue nella domenica della “Festa della donna”, che si apre con la sfida delle 12.30 tra Cesena e Palermo: finisce 0-0 al Dino Manuzzi in un match privo di grandi occasioni da gol. Negato a fine primo tempo un rigore ai romagnoli. Alle 15 le altre partite: la Roma seconda pareggia anche contro il Chievo per 0-0, centrando l’11esima X in campionato, ottava nelle ultime nove partite.  L’Empoli impatta per 1-1 contro il Genoa al Castellani, con le reti di Niang e di Barba, mentre l’Udinesetrova il riscatto in casa, dopo la sconfitta di Cesena, battendo il Torino di Ventura, che si ferma dopo 13 risultati utili consecutivi: decidono Di Natale (decimo gol in campionato, in doppia cifra per la decima stagione consecutiva), l’autorete di Molinaro e Wague, inutili i gol di Quagliarella e Benassi. Il Parma, in profonda crisi societaria, torna a giocare e pareggia 0-0 contro l’Atalanta di Edy Reja, successore dell’esonerato Colantuono. Espulso nel finale Cristian Rodriguez. Alle 20.45 riflettori puntati sul posticipo del San Paolo, il big match finito 2-2 tra Napoli e Inter
La giornata di campionato termina domani: alle 18 c’è lo scontro diretto per il terzo posto tra Lazio e Fiorentina all’Olimpico. Alle 21 è invece il turno della capolista Juventus, che riceve il Sassuolo di Di Francesco allo Juventus Stadium.