Arrivano buone notizie per l’Europa e per l’Italia dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Migliora infatti il superindice Ocse sia per la zona euro che per l’Italia. Il Composite leading index elaborato dall’organizzazione, che anticipa il trend economico, “segna un cambiamento positivo nello slancio di crescita della zona euro”, passando da 100,6 a 100,7 e resta “stabile” nelle maggiori economie Ocse nel complesso. Secondo quanto riporta un comunicato dell’organizzazione, “le prospettive per Italia e Francia sono migliorate, con il composite leading Index che adesso mostra timidi segnali di un cambiamento positivo nello slancio” per la crescita. In particolare l’indice per il nostro paese è passato da 101 a 101,2. “In Germania – rileva l’Ocse – l’indice conferma il cambiamento positivo nello slancio evidenziato nella valutazione del mese scorso”. Nelle maggiori economie Ocse, inclusi Usa, Gran Bretagna, Canada, Giappone, Cina e Brasile si prevede uno “stabile slancio per la crescita”. In India il Cli segna ancora una crescita costante, mentre perde slancio in Russia.