A due passi dal ponte vecchio nella bellissima Chiesa sconsacrata “Santo Stefano al Ponte” è stata inaugurata il 16 febbraio la mostra Van Gogh Alive. Prodotta e realizzata da “Grande Exhibitions” e “Per-lage Grandi Eventi”, la mostra vuole essere un’esperienza multimediale per tutta la famiglia.

Un percorso educativo, formato da 40 maxischermi che proiettano a ciclo continuo e in alta definizione le opere più famose del pittore olandese. Oltre 3.000 immagini che consentono, dinamicamente, di catapultare il visitatore nel mondo dell’artista, così fortemente caratterizzato dagli intensi cromatismi e dalla tumultuosa vicenda esistenziale. L’impianto suono surround, lo stesso utilizzato nelle sale cinematografiche, intensifica la gamma delle sensazioni con musiche di Handel, Kusturica, Saint-Saëns.

Al prezzo di 12 euro il visitatore può fisicamente farsi avvolgere dai colori, dalle forti pennellate, dalle intense tonalità, dalla musica e dalle parole scritte nella corrispondenza con il fratello, in un modo unico e totalizzante, tale da essere consigliato soprattutto a chi non ama frequentare i musei.

Van Gogh Alive. Da non perdere. Fino al 12 aprile a Firenze. {jcomments on}