Niente velo islamico in classe, dove d’altronde è vietato qualunque tipo di copricapo, e soprattutto ‘tolleranza zero’ verso comportamenti razzisti che nascono da “ignoranza e degrado”. Lo ha deciso il dirigente dell’Istituto tecnico “Malignani” di Cervignano, Aldo Durì, in una circolare emessa l’11 febbraio scorso. “Non esistono e non devono esistere guerre di religione a scuola”, ma “la scuola italiana è laica e indifferente al credo professato dagli allievi e dalle loro famiglie”.