festival-sanremo-2015La nuova edizione di Sanremo è partita ieri all’insegna dei ringraziamenti. Carlo Conti sale sul palco sulle note di “Fanfare For The Common Man” fanfara per gente comune… “come noi” dice Conti, ringraziando prima il pubblico e poi tutti i precedenti conduttori, fino all’ultimo, Fabio Fazio.

Quindi la sfilata delle tre donne che lo accompagneranno nella kermesse Sanremese: Emma Marrone, fasciata in uno splendido abito bianco, Arisa, che dopo aver rischiato una rovinosa caduta commenta ironizzando sul suo cognome, “Doveva essere un’uscita trionfante e invece… è un’uscita da Pippa”. E infine Rocio Munoz Morales, perfetta e bellissima in Armani Privè.

 

Ospiti discussi in questa prima serata. A partire dai 18 membri della famiglia Anania, portatori di un inno alla provvidenza che ben si sposa con questo festival che il conduttore ha inserito anche nel solco della tradizione francescana di “semplicità e amore”. Un trend che sembra accomunare già anche molti artisti in gara, da Nek (salito sul palco con un rosario in tasca) a Nesli (“Il bene genera il bene”), da Anna Tatangelo (che si è tatuata sul polso una croce con San Pio) a Gianluca Grignani che in un’intervista al Secolo XIX ha spiegato che la sua canzone Sogni infranti è sul pontefice e sul suo messaggio. Grande entusiasmo, invece, per Tiziano Ferro che bacia il palco, simbolo per ogni cantante.

Quindi è la volta di Alessandro Siani che si è destreggiato fra battute esilaranti e tremende gaffe cui ha rimediato (in parte) facendo comunicare da Carlo Conti che avrebbe devoluto il suo cachet agli ospedali pediatrici Santobono Pausilipon di Napoli e Gaslini di Genova.

Standing ovation per la reunion di Albano e Romina Power, un po’ imbarazzati insieme soprattutto quando è stato chiesto loro un bacio, come prova di riavvicinamento non solo mediatico, ma fortemente acclamati come testimoni di Sanremo nel mondo.

Per quanto riguarda le canzoni in gara, il tema dell’amore ha regnato sovrano, seppur alcuni pezzi siano effettivamente validi, come quello di Malika Ayane, o quello di Nek, che esprime la forza e la grinta tipiche del cantante emiliano.
Forti già le prime polemiche, in particolare per la canzone di Chiara che Cristiano Malgioglio accusa troppo simile ad una di Pupo degli anni ’70.

Lara Fabian, Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi, Gianluca Grignani e Alex Britti sono i quattro big a rischio eliminazione, in base alla prima votazione. Salvi per il momento Dear Jack, Malika Ayane, Chiara, Nesli, Annalisa, Nek.

Stasera si esibiranno gli altri big, tra cui Raf, Irene Grandi e Marco Masini che hanno già scritto un pezzo di storia del festival.
Grande attesa per gli ospiti, da
Biagio Antonacci a Charlize Teron a Conchita Wurst.

 {jcomments on}