BazoliSono undici gli indagati nel nuovo filone d’inchiesta coordinata dal pm di Bergamo Fabio Pelosi, su Ubi banca che devono rispondere, a vario titolo, di ostacolo alla vigilanza e illecita influenza su assemblea, in riferimento all’assemblea della banca del 2013.Le perquisizioni nelle sedi di Ubi Banca da parte dei militari del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di finanza interessano oltre la sede dell’istituto di credito anche la sede di Bergamo della Compagnia delle Opere e del Confiab, il Consorzio fidi fra imprese artigiane della provincia di Bergamo.
Risultano indagati, già dal maggio scorso quando scattò la prima perquisizione nell’istituto bancario con sede a Bergamo, il presidente del consiglio di sorveglianza di Banca Intesa San Paolo, Giovanni Bazoli, nella qualità di presidente dell’Associazione banca lombarda e piemontese e i vertici di Ubi banca; Franco Polotti presidente del consiglio di gestione di Ubi Banca; Andrea Moltrasio presidente del consiglio di sorveglianza; Victor Massiah amministratore delegato; Mario Cera vicepresidente vicario del consiglio di sorveglianza, ed Emilio Zanetti, consigliere di amministrazione della Banca Popolare di Bergamo e della Banca Popolare Commercio e industria.
Cinque i ‘nuovi’ indagati: Antonella Bardoni presidente della Confiab di Bergamo e componente il consiglio di sorveglianza di Ubi Banca; Giuseppe Sciarrotta responsabile del servizio rapporti con i soci dell’istituto; Guido Marchesi consulente dello stesso servizio, Marco Mandelli direttore generale della Banca Popolare Commercio e Industria (gruppo Ubi) e Rossano Breno, in passato presidente della Compagnia delle Opere di Bergamo. Il pm ipotizza nei loro confronti il reato di illecita influenza su assemblea, previsto dal codice civile.