noiitliani‘Noi italiani’ è il nome del simbolo registrato una settimana fa a nome di Diego Della Valle presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi del ministro dello Sviluppo Economico. La notizia è stata data dall’Espresso e spulciando il data base dell’Uibm si scopre, infatti,che la domanda di deposito (numero TO2015C000131) è stata presentata il 16 gennaio scorso. Il marchio, si legge nella richiesta, ”consiste nel logo ‘Noi italiani’ e parte figurativa, come da esemplare allegato”. Si tratta di un tondo con la scritta blu ‘Noi italiani’ in primo piano su sfondo giallo con bordino tricolore.
Il richiedente è l’imprenditore Della Valle e fa pensare che il patron della Tod’s sia pronto a scendere in campo con un suo movimento, anche se fino ad ora il diretto interessato ha sempre smentito un suo coinvolgimento in politica. La domanda presenta come domicilio elettivo la sede torinese in Corso Emilia 8 dello studio Jacobacci & Partners spa.
Da mesi, il numero uno di Tod’s ripete che l’Italia ha prima di tutto bisogno di un governo che cambi radicalmente le politiche sul lavoro. “Altri due anni così, e il Paese muore. Bisogna votare il prima possibile”, ha detto in novembre. Lo strappo ufficiale con Matteo Renzi risale invece al mese prima quando l’imprenditore marchigiano davanti alle telecamere di Servizio Pubblico ha tacciato il premier di aver “promesso tanto ma non ha fatto niente”.  E ora “Noi italiani”, il suo slogan ricorrente per marcare la distanza tra politica e cittadini, è pronto a farsi realtà.