“Non si possono fare, perché significherebbe ammettere la prostituzione, cioè dire che la prostituzione è lecita”. Lo ha detto il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro interpellato a margine del Consiglio straordinario sulla sicurezza sulla proposte di zone di tolleranza per le prostitute nella Capitale. “Nel momento in cui si indicano delle zone significa favoreggiamento, cioè indurre a fare prostituzione in quelle zone”.Secondo Pecoraro per cambiare questa situazione “servirebbe una legge diversa. E’ una materia molto delicata per cui servirebbe sicuramente un dibattito in Parlamento e in commissione parlamentare per arrivare a una normativa che modifichi la legge Merlin”.