E’ morta in un ospedale romano, dopo una lunga malattia, Monica Scattini. I funerali si svolgeranno sabato 7 febbraio alle 12.30 nella Basilica di santa Maria in Trastevere
Figlia del regista Luigi Scattini, era nata a Roma il 1 febbraio 1956.
Nella sua carriera tanto cinema e tv, come ‘Lontani da dove’ di Francesca Marciano e Stefania Casini con cui vinse il Nastro d’argento da non protagonista e ‘Maniaci Sentimentali’ di Simona Izzo che le valse il David.
Caratterista di notevole talento, spesso impegnata nei ruoli di toscana. E’ riuscita ad essere sempre convincente in qualsiasi pellicola o fiction grazie anche alla capacità di calarsi in ruoli inusuali.
A consacrarla è stata la commedia, da quella di Ettore Scola a quella di Mario Monicelli, Giovanni Veronesi, Simona Izzo. 
Forse uno dei ruoli migliori degli anni Novanta è quello che Mario Monicelli le cuce addosso in ‘Parenti serpenti’ (1992), quando le fa indossare i panni della figlia di Paolo Panelli e di Pia Velsi che non può avere figli, ma che non si vuole neanche prendere carico dei due anziani genitori.
Attrice prediletta di Carlo Vanzina (le serie ‘Un ciclone in famiglia’, 2005, ne sono una prova), recita spesso in televisione, partecipando a fiction come ‘Da cosa nasce cosa’ (1998), ‘Lo zio d’America’ (2002) e ‘Un papà quasi perfetto’ (2003).