Gli Usa cominceranno presto a distruggere gli ultimi stock di armi chimiche, segnando cosi’ una pietra miliare nella campagna globale volta ad eliminare queste sostanze dagli arsenali bellici. Gli Usa prevedono di neutralizzare il mese prossimo 2.600 tonnellate di iprite custodite nel deposito di Pueblo Chemical Depot nel sud del Colorado. Poi toccherà alle armi chimiche custodite nel deposito di Blue Grass, nel Kentucky, che verranno distrutte nei prossimi 12-24 mesi. (Ansa) {jcomments on}