Il Presidente della Repubblica ha chiamato Silvio Berlusconi pe invitarlo alla cerimonia di insediamento. Il capo dello Stato, che sarebbe dunque «molto felice» di avere il Cavaliere tra i suoi ospiti domani al Quirinale, compie così il primo gesto politico del suo mandato. I rapporti tra i due sono buoni. Nei giorni scorsi il Cavaliere ha spiegato al neo presidente che non ha nulla di personale contro di lui, che lo stima, che la scheda bianca era un segno di rispetto, e Mattarella ha fatto sapere di voler essere il garante di tutti, l’arbitro. Ora, la telefonata, un passo per ricomporre la frattura politica. E nell’intervento alle Camere, dove ci sarà un appello all’unità, ne è previsto un altro.