Da giovedì lo scenario meteorologico italiano subirà un deciso cambiamento. “Fino al 29 gennaio precipitazioni e neve a bassa quota interesseranno principalmente le coste adriatiche, quelle settentrionali della Sicilia, la Calabria e localmente la Sardegna. Da giovedì scenderà minacciosa direttamente dal Polo Nord una porzione del Vortice Polare, alimentato da aria artica in quota”.
Il cambiamento è determinato dall”l’ingresso nel Mediterraneo del Vortice Polare innescherà l’aumento dei venti occidentali che inizieranno a soffiare molto forte e porteranno con sé nubi e precipitazioni che si abbatteranno soprattutto sulla Sardegna, Lazio e Campania. Giovedì anche il Nord vedrà l’aumento della nuvolosità con qualche pioggia o anche possibili fiocchi di neve fino in pianura”.
“Nei giorni successivi farà gradualmente sempre più freddo sulla nostra Penisola, ma a tutt’oggi le regioni più colpite dalle precipitazioni risultano essere quelle centrali e meridionali, il Nord, almeno inizialmente, risulterebbe protetto dall’arco alpino, ma la situazione è molto dinamica e, in queste situazioni, repentini stravolgimenti di previsione sono sempre dietro l’angolo”.