donnaburkaDopo Maria Giulia Sergio – poi diventata Fatima – anche una seconda giovane del nostro Paese è stata convertita alla guerra santa della jihad. Di lei si sa solo che ha 20 anni e che è nata nel Maghreb ma da anni risiede in Italia a poca distanza da Milano: attualmente sarebbe in Siria per combattere al fianco dei miliziani del califfo Abu Bakr al Baghdadi.
La giovane è entrata nel mirino della procura di Milano e dell’intelligence che stanno cercando di capire cosa abbia stravolto la donna ora passata a predicare l’islamismo estremo.
In Italia era perfettamente integrata con un lavoro e uno stile di vita occidentale: qualcosa, però, ha sconvolto le sue abitudini, tanto che ha smesso i suoi abiti per indossare il burqa, ostentando atteggiamenti pro jihad.
Gli inquirenti vogliono anche capire quali siano state le frequentazioni della giovane che potrebbe essere stata convertita da chi è impegnato a fare proselitismo sia nelle moschee sia sul web.
Grazie al monitoraggio della Rete, infatti, gli 007 hanno svelato una cellula di potenziali terroristi: sono musulmani albanesi residenti a Sanremo. Il sospetto è che siano foreign fighter rientrati dal Medio Oriente, dove hanno sostenuto un addestramento militare.