piero-grasso1Pietro Grasso ha assunto temporaneamente le funzioni di presidente della Repubblica. Come previsto dall’articolo 86, primo comma, della Costituzione, infatti, dopo le dimissioni del Capo dello Stato è il presidente del Senato, seconda carica dello Stato, a prenderne il posto in attesa dell’elezione del nuovo inquilino del Quirinale. Grasso eserciterà le sue funzioni a Palazzo Giustiniani, dal quale sventola già la bandiera azzurra e bianca della supplenza.
Grasso ha raggiunto a piedi Palazzo Giustiniani, già presidiato dai corazzieri. La scelta di una passeggiata, viene sottolineato dalle istituzioni, è stata motivata dalla volontà di evidenziare come “i passaggi della Repubblica avvengano alla luce del sole”.
Le funzioni di presidente del Senato saranno da ora ricoperte dalla vice di Grasso Valeria Fedeli, esponente del Partito Democratico.   
Sarà la presidente della Camera Laura Boldrini a convocare, entro 15 giorni, il Parlamento in seduta congiunta (integrato da 58 rappresentanti delle Regioni) che dovrà eleggere il successore.
Non si fermano intanto le ipotesi su chi potrebbe diventare il prossimo capo dello Stato.Tra i nomi che circolano c’è il presidente della Bce Mario Draghi, che proprio mercoledì mattina, in un’intervista alla Zeit, ribadisce però di non voler succedere a Napolitano: «È un grande onore naturalmente per me essere preso in considerazione – spiega – ma non è il mio lavoro».
Altri papabili sono Romano Prodi, un candidato da leggere anche in chiave anti renziana, quindi Walter Veltroni, l’intramontabile ∞ouliano Amato sempr candidato ma mai eletto, oppure una donna. Se si è chiamata fuori Emma Bonino, restano in auge le aspettative di Anna Finocchiaro sponsorizzata anche da Umberto Bossi.