La Corte suprema indiana ha accettato di discutere il prossimo 12 gennaio la richiesta di Massimiliano Latorre di prorogare la sua permanenza in Italia per ragioni di salute. Lo scrive la stampa di Nuova Delhi, secondo cui Latorre – colpito da ischemia il 31 agosto scorso e operato sabato per un’anomalia cardiaca – ha presentato la sua richiesta due giorni fa. Il marò, accusato insieme al collega Salvatore Girone, della morte di due pescatori indiani avvenuta quasi tre anni fa, sarebbe dovuto rientrare in India proprio il 12 gennaio.